Possiamo festeggiare questo 1 maggio in due modi:

💼 Con senso di angoscia per l’incertezza che stiamo vivendo, per i tanti amici e colleghi stimati in cassa integrazione o che hanno perso il lavoro, per le aziende che stanno chiudendo;

đź’Ľ Oppure tirando fuori il meglio di noi, la nostra creativitĂ , capacitĂ  di adattamento, il nostro coraggio.

Quando mi laureai, nel lontano 1993, mi regalarono una valigetta in pelle e una montblanc. Erano altri tempi e questi due oggetti sono il simbolo di un’era che è passata. Abbiamo affrontato in questi anni cambiamenti epocali nel mondo del lavoro.

Voglio, quindi, augurare buona Festa dei Lavoratori con queste parole di Antonio Gramsci, scritte sul primo numero di L’Ordine Nuovo, pubblicato il primo maggio del 1919.

“Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza”.

Tag: #1maggio #FestadelLavoro #Lavoro

May 01, 2020
1 comment
Valentina Parenti 
Belle parole Ale!
Do you want to add a new comment?